L'Alpe

L’Alpe 23 : via alpina

Traduzione : Letizia Ricci

Immaginata per un pubblico che desidera affinare sensibilità e conoscenza, L’Alpe è la prima rivista dedicata alle diverse culture ed al patrimonio dell’Europa alpina. La sua ambizione è di informare al di là delle barriere linguistiche ; spazio di scoperta e di emozioni, L’Alpe si interessa a tutti gli uomini che, dalla Slovenia al Mediterraneo, hanno saputo acclimatarsi ad un ambiente eccezionale. Punto d’incontro tra libro e rivista, trae dal primo la documentazione di riferimento sul tema principale, il rigore analitico, l’esigenza di qualità e l’autorevolezza di autori prestigiosi. Dalla seconda prende a prestito la periodicità trimestrale che le consente di arricchire il dibattito, il fascino di una ricca iconografia, l’insaziabile curiosità del giornalismo e l’approccio necessariamente didattico. Pur se fondata su competenze rigorose L’Alpe non è una rivista riservata all’élite. Si serve di materiale storico, geografico, archeologico, etnologico, ecc., per rendere alle tracce lasciate dagli uomini in questo territorio tutto la loro profondità. Ma nondimeno sarà luogo di dibattito sul futuro delle Alpi e di tutte le montagne del mondo.

La grande traversata
La Via Alpina è il primo sentiero identificato che collega gli otto paesi dell’arco : Germania, Austria, Francia, Italia, Liechtenstein, Monaco,
Slovenia e Svizzera. Un filo rosso che valorizza gli incontri e la scoperta delle culture e dei patrimoni dell’Europa alpina.

Homo turisticus
Turismo alpino colonialista ? In tutti i tempi si è venuti a ritemprarsi nell’aria pura delle cime con la buona (e ingenua) coscienza dello scopritore. La fascinazione ambigua per le montagne è accompagnata da una dominazione culturale nei cui confronti le popolazioni locali hanno dovuto ridefinire la propria identità.

ALPE MARITTIMA
Ohhh … issa !
Come Venere, le Alpi sembrano nate dal mare … All’inizio della Via Alpina, nel Principato di Monaco, l’escursionista prende il largo, si bagna nei profumi mediterranei e beve una tazza d’aria iodata.

PIEMONTE-UBAYE-QUEYRAS
Sorprendenti viaggiatori
Abitano l’alpe dei loro sogni. Nel dipanarsi delle soste, incontri con personaggi d’oggi e di un tempo che fanno rivivere le avventure dei militari nelle loro cittadelle in quota, le lunghe transumanze degli ambulanti montani, i racconti picareschi dei viaggiatori e le storie dei contrabbandieri.

VAL D’AOSTA-VALAIS
Le delizie del San Bernardo
Alle porte del monte Bianco, l’escursionista profitta di volta in volta dell’esuberanza di una contrada accogliente e dell’opulenza delle sue pietanze. Egli segue l’antica via usata da migliaia di pellegrini lungo il Gran San Bernardo, prima di ritrovare i ghiacciai e i torrenti dell’Entremont valligiano.

GRISONI-LOMBARDIA
Culture in rotta di collisione
Ai confini tra Svizzera e Italia i montanari romanci e walser continuano a mantenere alpeggi e tradizioni. Ma la modernità viene a poco a poco a mescolarsi in questo quadro troppo perfetto. Confronti inattesi : dall’immagine sacra, compagna dei clandestini, fino alle poetiche testimonianze di land art.

BAVIERA-TIROLO
Montagne cariche di storia(e)…
Itinerario denso di contrasti. In una settimana il viaggiatore si confronta con la dismisura del treno di Zugspitze, il destino di Luigi II di Baviera e la saga operaia delle miniere di Schwaz, scoprendo la quiete della vita negli alpeggi e le finezze della caccia tirolese.

BAVIERA-AUSTRIA
Doppio elogio della marcia
Riconciliarsi con il silenzio ed aprirsi all’ascolto dell’altro. Virtù ritrovate durante questa traversata del Parco Nazinale di Berchtesgaden.
Un quadro su cui aleggia l’ombra del tristemente famoso «  nido d’aquila  »
di Hitler e dove il contrasto tra l’oasi talvolta rumorosa dei rifugi ed il silenzio ovattato della montagna promuove la meditazione.

CARINZIA-SLOVENIA
Alpi senza frontiere
Nelle Alpi orientali, che tanto hanno patito di frontiere finalmente abolite, si incrociano tre culture. Qui la Slovenia svela i suoi monti e le sue meraviglie che hanno ispirato alpinisti, eremiti e naturalisti. Un altrove così vicino …

SLOVENIA-ITALIA
Un’Europa in miniatura
Dalle Alpi Giulie e dalle loro vette calcaree ci si immerge nelle profondità del Carso alla scoperta di miniere e grotte mentre le foreste buie lasciano il posto ai vigneti. Nata a livello del mare, la via Alpina termina la sua corsa nelle acque dell’Adriatico, tra i sentori salini di Trieste.

Il Dizionario enciclopedico delle Alpi : rifugi delle Alpi
Ancorato alla montagna il rifugio è il molo d’attracco dell’escursionista. Un riparo la cui costruzione e vita quotidiana sono sottoposte agli stringenti vincoli imposti dall’altitudine e che deve ormai adattarsi allo sviluppo di una clientela sempre più diversificata.

(pour toute question plus personnelle nécessitant une réponse de la rédaction, merci de cliquer plutôt sur le lien "Contacts" situé dans le bandeau bleu en haut de page).